Il Quesillo venezuelano

Oggi voliamo in Venezuela con il Quesillo!

Il QUESILLO, diminutivo “affettuoso” della parola spagnola (formaggio), ha una consistenza molto più corposa del nostro Cream Caramel ed è un piacere cucinarlo… Così come mangiarlo!
La sua particolarità è la preparazione con il latte condensato.

Con questo dessert vai sul sicuro!

Perché quando guardiamo il Quesillo pensiamo “ma assomiglia al Flan dolce francese, e anche al Cream Caramel che mangiamo qui in Italia ecc ecc”?

Semplice.

La popolazione venezuelana conta più di 31 milioni di abitanti in gran parte meticci nati dall’incrocio delle diverse etnie (ispaniche, creole, africane e molte altre europee come italiane, spagnoli e portoghesi). Questa multietnicità ha fortemente influenzato tutti i paesi confinanti e oltreoceano, soprattutto per quel che riguarda la cucina.

In particolar modo esiste il Quesillo nicaraguense, guatemalteco, spagnolo, argentino, boliviano e potremmo continuare ancora.

Come diciamo sempre “il mondo è uno, Perché dividerlo?”.

Ingredienti per 4 persone

Qui la ricetta originale per 4-5 persone molto affamate.

  • 1 latta di latte condensato zuccherato.
  • 2 tazze di latte. Ancor meglio usare la stessa latta di latte condensato per due volte.
  • 5 uova
  • Vaniglia

Per il caramello:

  • 1 tazza di zucchero

Preparazione

Il caramello si prepara diluendo lo zucchero a fuoco medio-alto. Quando sarà pronto cospargilo per tutta la teglia tonda precendetemente presa e metterla da parte.
Mettere nel frullatore le uova, il latte condensato, il latte e la vaniglia e frullare fino a che tutto sia ben amalgamato. Versare il tutto nella teglia, coprirla e metterla a cuocere nel forno a bagno maria per circa un’ora a 180 gradi.
Quando sarà pronto, farlo raffreddare prima di capovolgerlo su un piatto da portata e mangiare come se non ci fosse un domani!

 

Ph Fabrizio Brugnoletti