Festa di San Patrizio: Il Colcannon

HAPPY SAN PATRIZIO

Oggi festeggiamo un giorno speciale in Irlanda…Ma ormai in tutto il mondo.

A Dublino ci sono parate in maschera con carri costruiti apposta per l’occasione, che sfilano per tutta la città.
Regna il colore verde e fiumi di birra invadono ogni angolo dublinese… Fino a notte inoltrata! La Guinness, ovviamente, fa da padrona!

In realtà la storia di San Patrizio ha ben poco a che fare con le festività attuali.
Era un vescovo che cercava di avvicinare il popolo alla religione paragonando la Trinità al trifoglio, simbolo d’Irlanda

“Il trifoglio unisce le foglie ad un unico stelo”.

Ancora oggi, e non solo il 17 marzo, Dublino ama e si identifica nel verde, in contrapposizione al colore arancione che rappresenta i protestanti.
Da lì…la bandiera! 😊

Ed io?
Io omaggio questa bellissima città dandovi la ricetta di un piatto tipico della giornata di San Patrizio.

COLCANNON (Testa bianca di cavolo)

  • Patate 950 g
  • Verza già pulita 340 g
  • Cipollotti 3 già puliti, circa 115 g
  • Olio extravergine d’oliva 60 g
  • Latte intero 200 g
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Burro 60 g

Sbucciate le patate, tagliandole a tocchetti di circa 3 centimetri. Versatele in una pentola capiente e coprite con abbondante acqua.
Lessate le patate per 10 minuti, dopodiché scolatele.
Nel frattempo pulite anche la verza, eliminando le prime foglie più scure. Con un coltello tagliate via anche la base e poi riducetele a julienne le foglie più tenere.
Mondate i cipollotti e sminuzzateli finemente. In una casseruola versate l’olio extravergine d’oliva e, quando caldo, unite la verza lasciandola scottare per 10 minuti. Mescolate spesso affinché la cottura sia omogenea e le foglie non si brucino.
Versate il cipollotto tritato e cuocete per altri 5 minuti. Infine abbassate la fiamma e aggiungete il latte, mescolate e unite anche le patate schiacciandole direttamente nel tegame.
Cuocete per pochi minuti a fuoco basso, mescolando come fosse un purè di patate e non appena tutto sarà addensato versate in un piatto da portata. Formate una fontana nel mezzo e sistemate il burro in uno o due pezzi, che si fonderà quasi immediatamente a contatto con il calore della preparazione.

E si mangiaaaaaa!